sCool Food: impara a Mangiare!

Lo sapete che quello che decidiamo di mangiare ogni giorno influenza non soltanto la nostra salute, ma anche quella del nostro Pianeta? Eh già: esiste infatti una stretta relazione tra gli aspetti nutrizionali degli alimenti che scegliamo di mettere nel piatto e gli impatti ambientali da essi generati.
sCool Food Il Gioco di Carte™, realizzato con il supporto scientifico di Indaco2, si colloca in questo percorso educativo, veicolando in maniera divertente la conoscenza base dei principi di educazione alimentare.
Con sCool Food - Il Gioco di Carte™ imparerete quali sono i cibi più “cool” per voi! Buon divertimento e... buon appetito!

Dal Banco alla Tavola

sCool Food Dal Banco alla Tavola è un progetto sviluppato internamente da Fondazione Monte dei Paschi di Siena e nasce dall’adesione al Protocollo di Milano – promosso da Barilla Center for Food and Nutrition Foundation. Un percorso educativo a diversi livelli sui temi legati al cibo e all’ambiente, alla sostenibilità e all’agricoltura, all’energia, agli stili di vita e al consumo consapevole. Il coinvolgimento delle giovani generazioni sugli argomenti cruciali per il pianeta appare come un bisogno imprescindibile per adottare soluzioni significative in un’ottica di lungo periodo.

Idea e scopo del gioco

In sCool Food - Il Gioco di Carte™, a ogni Pasto dovrete comporre la migliore coppia di Alimenti scegliendo tra i cibi disponibili. Alla fine della giornata chi avrà compiuto le scelte più sane per sé e per l’ambiente vincerà la partita.

Contenuto della scatola

La confezione contiene: il regolamento e 56 carte (1 segnaposto Primo Giocatore, 3 Pasti, con il dorso blu, 4 Categorie, con il dorso rosso, e 48 Alimenti, con il dorso giallo).

Crediti

sCool Food™è un nutriente gioco di Gabriele Mari sviluppato da e-Nigma.it, con il supporto scientifico di Riccardo Maria Pulselli ed Elena Neri per Indaco2, illustrata da Demis Savini, prodotta da Giacomo Santopietro per Sir Chester Cobblepot, edita da Fondazione Monte dei Paschi di Siena.